Ema

Un ragazzo come te

Ema, all’anagrafe Emanuele Sabatino, nasce a Milano nel 1976.

Il papà è un ufficiale dell’Aeronautica, la mamma lavora in un hotel vicino a casa e lui è l’ultimo di quattro figli. Non si appassiona alla scuola, anche se nella sua vita ha sempre studiato tanto, e si specializza da subito nell’arte della “distruzione seriale”: rompe tutto ciò che trova per scoprirne il funzionamento. Parte dagli orologi anni ’70-’80 al quarzo della Casio: li rompe e esplora l’interno per scoprire dove si trova il “quarzo” che permette di far funzionare il tutto. Ancora oggi quel quarzo non l’ha trovato…

Dopo il “periodo distruttivo”, inizia quello della sistemazione: mette mano a tutto ciò che ha un motore, partendo dalle macchine telecomandate, con cui partecipa anche a tanti tornei. Passa poi alle mini moto, con cui gareggia a Rozzano (Mi) e poi alle auto.
Inizia a lavorare in una concessionaria Lancia giovanissimo, poi si occupa di altri lavori, come il cameriere, per poi avviare la sua prima officina a Melegano a soli 21 anni.
Le avventure professionali si susseguono, diventa un preparatore per il Motorsport, il meccanico numero 1 nell’elaborazione delle Smart e di altre auto, come Nissan 350Z, Honda Civic Type R e Subaru. Diventa anche fotografo ufficiale di eventi sportivi e si appassiona alla bicicletta.

Poi un giorno un tubo pieno d’acqua si rompe e la sua vita cambia.
All’allagamento dell’officina di Melegnano, in cui perde quasi tutto, segue un periodo in cui la situazione precipita e tutto sembra perduto. Apre un negozio di biciclette, ma un furto da 60mila euro lo mette in ginocchio definitivamente. Rimane quasi solo ma non si arrende. Fa scelte che nessuno intorno a lui comprende, ma ha un obiettivo che alla fine riuscurà a raggiungere. Anzi, a superare, diventando il meccanico più famoso in Italia.

Oggi vive tra social, televisione, officina di Broni (PV), famiglia e bicicletta. Ma anche se ha un seguito enorme, è essattamente come lo vedi: un ragazzo, come allora, un ragazzo come te.

 EmaMotorsport

Officina e studio di registrazione,
1 Milione di follower e 16 milioni di visualizzazioni

A 21 anni Ema apre la sua prima officina a Melegnano. All’inizio è da solo a gestire tutto, dall’accoglienza dei clienti, agli interventi sulle loro automobili, fino alla fatturazione. Poi le richieste crescono, e con queste anche l’organizzazione. Ma nel 2012 accade un allagamento che cambia il corso della storia di Ema e della EmaMotorsport. Nel 2016 la EmaMotorsport rinasce a Broni e da officina meccanica diventa in pochi mesi, dal 2017,  uno degli studi di registrazione più noti d’Italia, grazie ai video visti da oltre 16 milioni di italiani e alle trasmissioni TV di Discovery+

Oggi EmaMotorsport continua ad essere un’officina, anche se l’attività principale è la realizzano dei video e la gestione delle attività social che si rivolgono sia agli appassionati di motori, che ai meccanici.
Con EmaMotorsport collabora una struttura di oltre 20 meccanici che, insieme ad Ema, testano prodotti e realizzano progetti come la rete di assistenza delle auto elettriche Evolution Car Repair.

Alla base del successo di EmaMotorsport (oltre 16 milioni di visualizzazioni dei video, 1 milione di follower, la pagina Facebook più seguita dell’automotive, etc) c’è la EmaPromotions che si occupa di realizzare le attività nei social, gestire le collaborazioni dei Partner con Ema e creare progetti marketing per aziende e brand dell’automotive.